land art vegetare linfa 01

land art vegetare linfa 02

land art vegetare linfa 03

Il diario:

i concept e gli schizzi dei partecipanti si fondono in un progetto collettivo, dapprima stimolato dalla sessione inaugurale insieme all'artista Anne Demijttenaere e allo storico dell'arte Paolo Balmas, poi sviluppato in una settimana full-immersion nel Bosco di Calcata.

  • Linfamoleskine000intro
  • Linfamoleskine000concept
  • Linfamoleskine001
  • Linfamoleskine002
  • Linfamoleskine003
  • Linfamoleskine004
  • Linfamoleskine005
  • Linfamoleskine006
  • Linfamoleskine007
  • Linfamoleskine008
  • Linfamoleskine009
  • Linfamoleskine010
  • Linfamoleskine011
  • Linfamoleskine012
  • Linfamoleskine020
  • Linfamoleskine0221
  • Linfamoleskine021
  • Linfamoleskine023
  • Linfamoleskine026
  • Linfamoleskine040tempore
  • Linfa Moleskine
  • Linfamoleskine060
  • Linfamoleskine061
  • Linfamoleskine062
  • Linfamoleskine063
  • Linfamoleskine064
  • Linfamoleskine065
  • Linfamoleskine066
  • Linfamoleskine067

 

L'opera collettiva per Vegetare

heather04 vegetare

corno 000
corno 001
corno 003
corno 004
corno 007
corno 008

 

Una sintesi fotografica delle fasi del workshop

camp001
camp002
camp003
camp004
camp006
camp007
camp009
camp011
camp012
camp013
camp014
camp015
camp016
camp017
camp018
camp019
camp020
camp021
camp022
camp023
camp024
camp025
camp026
camp027
camp028
camp029
camp030
veget01
veget02
veget03

Il video dela performance che ha celebrato "Il funerale al Pallet"

4 giugno 2012 - ore 17:00 - Bosco di Calcata

Piove a dirotto. Ma il legno c’è. Approfittiamo di una tregua dal cielo per dare inizio alla deposizione.
I partecipanti portano a spalla la loro creazione verso il cuore più impervio del bosco. Nel silenzio vegetale, cadenzata dal rumore della pioggia, la discesa del corpo è difficile e straziante. Nel silenzio vegetale, la discesa del corpo è difficile e strazziante. Ma la fine è arrivata, le creature del bosco lo attendono alla tomba, sul ciglio del pendio che affaccia sulla vallata.

Legno che ritrova la sua origine, dopo km trascorsi a trasportare merci per le strade del mondo. Legno che incontra le strutture organiche che il bosco genera, forme complesse che tendono alla perfezione. Legno che sostiene l'Edera, che devia i corridoi notturni dei Cinghiali, che si oppone al devastante passaggio dell'Uomo.

L'unione tra i due mondi genera un turbinio di linee, un insieme di pensieri, che hanno voglia di VEGETARE!

Voglia di guardare avanti nel rispetto della natura, delle sue difficili armonie.

Voglia di dialogare con il mondo vegetale, con la terra, di capirne la perfezione.

Voglia di tornare alla natura. Voglia di starla a sentire.

La performance riprende la fase di spostamento della struttura in legno, dal laboratorio di falegnameria al bosco. Assume un carattere allegorico molto forte.
Nei suoi movimenti, il gruppo che trasporta il grosso “becco” di legno assume valenze altre, che riportano a una dimensione grottesca.
Il corteo sembra portare in spalla una bara; viene rappresentata la fine di un ciclo che se pur di reintegrazione e rinascita, per noi uomini è sempre triste: la morte.
Il soggetto protagonista di una processione stavolta è il legno, non il suo contenuto; una storia che si chiude con il ritorno al bosco, a marcire pian piano ed essere inglobato nel magnifico ciclo fertile e riproduttivo del bosco.

L’opera lascia un segno nel bosco capace di confrontarsi con l’uomo e con le tante creature presenti. Interrompe la continuità di un sentiero naturale percorso per lo più di notte da gruppi di cinghiali.
Questa interruzione è un punto interrogativo in un percorso di avvicinamento alla natura. L’uomo che percorre il bosco trova in una protesi, in un artificio, il modo per incrementare le sue capacità sensoriali.

L'opera è frutto di un workshop che ha visto un gruppo di giovani studenti e laureati del settore arte/design/architettura misurarsi con il settore dell'Arte nella Natura. Segue il format “10,100,1000 Pallet” diffuso dal 2008 dal Laboratorio Linfa. Si propone di salvare dalla discarica e riutilizzare i pallet per il trasporto merci – arrivati a fine ciclo di trasporto – per la creazione di complementi d’arredo o di opere artistiche. La progettazione condivisa vista come vero momento di dialogo, di condivisione, di cultura tangibile.

Altre foto dell'iniziativa e della rigogliosa natura di Opera Bosco

extra 00 00 vegetare linfa
extra 00 1
extra 00 10
extra 00 11
extra 00 12
extra 00 13
extra 00 14
extra 00 15
extra 00 16
extra 00 17
extra 00 18
extra 00 2
extra 00 20
extra 00 21
extra 00 22
extra 00 23
extra 00 24
extra 00 25
extra 00 26
extra 00 27
extra 00 28
extra 00 29
extra 00 3
extra 00 30
extra 00 31
extra 00 32
extra 00 33
extra 00 34
extra 00 35
extra 00 36
extra 00 37
extra 00 39
extra 00 4
extra 00 40
extra 00 42
extra 00 43
extra 00 44
extra 00 45
extra 00 46
extra 00 47
extra 00 48
extra 00 49
extra 00 50
extra 00 52
extra 00 53
extra 00 54
extra 00 55
extra 00 56
extra 00 57
extra 00 58
extra 00 60
extra 00 61
extra 00 62
extra 00 63
extra 00 64
extra 00 65
extra 00 66
extra 00 67
extra 00 68
extra 00 69
extra 00 7
extra 00 70
extra 00 71
extra 00 8
extra 00 9
extra-00-5

 

Riscopri la tua voglia di Vegetare, a Opera Bosco - Calcata (Vt).

 

 

Per info:

email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

tel: 349 79 23 182

 

leggi il bando di partecipazione

guarda la pagina che ha ispirato i concept creati dai giovani partecipanti

Questo sito utilizza cookie. Continuando a naviagare, si accettano i termini.