progettazione

 

Unire l'antica simbologia persiana, legata al botèh ed alla fiamma di Zaroastro, alla cultura materiale della tradizione italiana, del saper fare (techné) con la tela. Da questa fusione, che rispecchia l'alchimia tra le due donne appassionate per il restauro tessile, scaturisce un nome che è intreccio di trama ed ordito, incrocio sapiente di fili. Tessere come anche infilare una dopo l'altra le parole, a formare un textum.
Ad accompagnare il logotipo, un logo chè rimanda ai tappeti persiani, ai pesetti del telaio, all'ordito che, nella sua omogeneità, è base e fondamento della variazione creativa.




Questo sito utilizza cookie. Continuando a naviagare, si accettano i termini.